Posted on

HUYNH DUY

Le pitture acriliche poetiche e contemplative dell’artista vietnamita Duy Huynh riflettono simbolicamente spostamento geografico e culturale. Traendo ispirazione da una varietà di narratori in formati che spazia dalla musica e dai film alle antiche avventure di folclore e fumetti, Duy crea il suo narrativa della condizione umana. Nei suoi dipinti, personaggi eterei mantengono un sereno, precario equilibrio, spesso in un ambiente surreale o onirico.

Con le sue figure, Duy esplora il movimento insieme a emozione per ritrarre non solo la bellezza della forma umana, ma anche il trionfo dell’umano spirito.

Le immagini che ricorrono, come barche, treni, valigie e qualsiasi cosa con la capacità di volo, riguardano viaggio, sia fisico che spirituale.

Il suo lavoro crea uno stato d’animo per lo spettatore da esplorare.

Passo del viaggio una storia è creata, un’emozione viene rivelata e al ritorno da questo viaggio, un senso di qualcosa guadagnato si fa sentire. Mentre gran parte del lavoro di Duy è profondamente personale, i suoi tempi intelligenti e spesso l’uso umoristico del simbolismo e del gioco di parole invita lo spettatore a creare la propria trama.

L’interesse di Duy per l’arte è iniziato poco dopo il suo arrivo negli Stati Uniti nei primi anni ottanta.

Dopo la laurea da UNC Charlotte con una laurea in pittura e illustrazione, ha iniziato a dipingere murales e mostrando il suo lavoro in ristoranti, caffetterie, bar e luoghi di musica.

Ha anche esplorato l’aspetto della performance della pittura, spesso collaborando con musicisti e ballerini per creare opere d’arte di fronte a un pubblico.

Le risposte positive sono presto arrivate come diverse le gallerie di tutto il paese cominciarono a rappresentare Duy. Nel 2008, Duy e la compagna Sandy Snead hanno aperto Lark & ​​Key Gallery e Boutique a Charlotte, NC. La galleria mostra il lavoro di Duy e un numero di altri artisti, ceramisti e artigiani di gioielli di tutto il paese.

Duy Huynh è pronunciato “yee wun”.

 

Vietnamese-born artist Duy Huynh’s poetic and contemplative acrylic paintings symbolically reflect geographical and cultural displacement.

Drawing inspiration from a variety of storytellers in formats that range from music and movies to ancient folklore and comic book adventures, Duy creates his own narratives of the human condition. In his paintings, ethereal characters maintain a serene, precarious balance, often in a surreal or dreamlike setting. With his figures, Duy explores motion along with emotion in order to portray not just the beauty of the human form, but also the triumph of the human spirit. Images that recur, such as boats, trains, suitcases, and anything with the ability of flight, relate to travel, whether physical or spiritual.

His work creates a mood for the viewer to explore, and with each step of the journey a story is created, an emotion is revealed, and upon return from this journey, a sense of something gained is felt. While much of Duy’s work is deeply personal, his clever and often times humorous use of symbolism and wordplay invites the viewer to create their own storyline.

Duy’s interest in art began shortly after his arrival to the States in the early eighties. After graduating from UNC Charlotte with a degree in painting and illustration, he began painting murals and showing his work in restaurants, coffee shops, bars, and music venues. He also explored the performance aspect of painting, often times collaborating with musicians and dancers to create works of art in front of an audience.

Positive feedback soon came as several galleries around the country began to represent Duy. In 2008, Duy and partner Sandy Snead opened Lark & Key Gallery and Boutique in Charlotte, NC. The gallery showcases Duy’s work as well as a number of other artists, potters, and jewelry artisans from around the country

Duy Huynh is pronounced “yee wun.”