Pubblicato il

Trubbiani Valeriano – disegni

Menù artisti

Sculture        evento Signum Crucis      evento Disegni Inediti

Secolo d’Italia            Domenica 19 ottobre 2003
Appuntamenti con l’Arte di Luigi Tallarico

 

      

IL BESTIARIO DI TRUBBIANI

La mostra che Valeriano Trubbiani ha in programma per il 15 novembre negli spa­zi della «Quadreria Blarasin» di Macerata, rivela un interesse critico particolare, in quanto l’artista – che è faber nobilis, ossia scultore incisivo e dotto e insieme forgia­tore di macchine reinventate e di memoria – affida al disegno la sua prominente im­maginazione creativa. Dalle presentazioni dei tre critici in catalogo, mentre si con­viene che il suo è un segno di «natura pro­gettuale» e come tale portato a prefigurare «soluzioni plastiche» (Enrico Crispolti), vie­ne escluso che la funzione del segno sia di preparazione dell’opera plastica (Goffredo Binni). D’altra parte, il manufatto – posse­dendo l’artista marchigiano una forte visionarietà, peraltro collegata al senso della memoria e al tempo della storia – non il­lustra gli accadimenti delle epoche inquie­te e spietate, ma insegue piuttosto «le om­bre lunghe della memoria e dell’inconscio», e le proietta in uno scenario in cui la luci­dità del segno non esclude il grottesco e in­sieme il terrifico (Alvaro Valentini). Infatti, il segno di Trubbiani, che è un potente mezzo d’incisiva chiarezza, non si limita ad evidenziare la secca rigorosità limitare della linea, ma, possedendo una componente materica, è portato al rilievo plasti­co e perciò a far risaltare le certezze iconografìche. 

Da qui lo svolgimento in mo­stra di un favoloso bestiario e di racconti impiantati sulla visione fantastica di pae­saggi rurali e di architetture di improbabi­le antichità, abitati da rinoceronti ed ele­fanti, da rane e gatti. La fantasia non è un demerito per la lucida veridicità del segno grafico, e questo conferma come l’unilate­rale e originale presenza dell’opera – rive­stendo il carattere della qualità – ritrovi la dimensione più generale della grande con­cezione estetica. 

 

opere disponibili in galleria
PERICOLOSA_COVATA_80X60.jpg

PERICOLOSA COVATA
disegno inchiostri e tempera su cartoncino cm. 80×60

 

 

IDEA PER DIMORA DELLE RANE, 1998
dis. inchiostri e tempera, cm. 120×90

 

Pubblicato il

Tulli Wladimiro

Menù artisti

opere disponibili in galleria

 

 

olio su tela cm. 40x55
MARINA
 tecnica mista su tela cm. 30X40
MARINA CON NERO – 1997
tecnica mista su tela cm. 5070
FANTASIA MARINA – 1974
tempera su cartoncino cm. 25X70
BREZZA GIALLA

 

 

PICCOLIACUTI.jpg
Piccoli acuti bianchi e neri tempera su carta
SCACCOMATTO.jpg
Scacco matto – tempera su carta
INCOMINCIO.jpg
S’incominciò come paesaggio, 1995 – acrilico su tela cm. 35×45
MATERASSO.jpg
Matarasso con nuvola e labirinto rosso, 2001
tecnica mista su tavola cm. 44×27
SCACCOPAZZO.jpg
Scacco pazzo, 2001
acrilico su tela cm. 50×30